Il sapore vero del Montenegro in 4 giorni

Ottima meta low cost per un weekend lungo, il sapore vero del Montenegro offre alternative per gli amanti della montagna e del mare. Dalla baia di Cattaro alle montagne del monastero di Ostrog, se il Montenegro mi ha deliziata con le sue viste pazzesche, mi ha anche amareggiata per un’accoglienza che ha lasciato a desiderare. Ecco un articolo per vivere al meglio le sue viste e dimenticare la sua accoglienza!

Il sapore dolce del Montenegro

Come vi ho accennato nell’ articolo sulle esperienze in Montenegro, questo paese ci ha regalato viste incredibili e tanto tantissimo verde misto al blu delle sue acque. I sapori dolci del Montengro li abbiamo percepiti proprio grazie alle esperienze che abbiamo vissuto, tra gattini, pagaiate, giri in barca e spiritualità.

Parlando di sapori, aggiungerei qualche parola anche sul cibo montenegrino, che, toccando mare e montagna, soddisfa i gusti di tutti. Provate i Cevapcici, involtini di carne macinata di agnello, il loro risotto al nero di seppia, i loro formaggi, la loro zuppa di salsiccia e cavolo nero, l’ involtino di carne con formaggio e prosciutto di Njegusi e sorseggiate il Vranac, tipico vino rosso così scuro da essere chiamato vino nero. Abbinate il tutto alle esperienze che vi ho menzionato e avrete la ricetta perfetta per scoprire il cuore dolce del Montenegro.

Il sapore amaro del Montenegro

Il sapore più amaro del Montenegro l’ho trovato nella poco ospitalità delle sue persone. Non un sorriso, né tantomeno un aiuto quando ne abbiamo avuto bisogno, e non parlo di un caso isolato, ma di più e più casi che mi hanno fatto pensare che non è una meta che rivedrei presto, ed è un peccato.

A parte questo, è stato triste vedere mega palazzoni che rovinavano paesaggi incantevoli e sentire le storie della nostra guida alle Caverne di Lipa che lamentava di una corruzione dilagante, mancanza di fondi alle infrastrutture che dimenticano le bellezze del territorio e portano a congestioni del traffico spesso ingestibili. Podgorica, la sua capitale, è un po’ la rappresentazione perfetta del sapore agrodolce del Montenegro: un canale super verde che passa per la città, palazzoni bruttissimi che rovinano un tramonto arancione e monumenti abbandonati a sé stessi. Mentre però in Macedonia avevo percepito una voglia di uscire da questa situazione grazie alla luce di una probabile entrata in Unione Europea, qui ho percepito solo una grande antipatia nei confronti dell’ estraneo.

Informazioni utili

Cose che avrei voluto sapere prima di partire

  • Tra panorami incredibili e la mancanza di mezzi di trasporto, girare il Montenegro in macchina è d’obbligo. Noi abbiamo preso SurPrice tramite Discover Cars e ci siamo trovate benissimo. Evitate l’ assicurazione offerta da Discover Cars e prendete direttamente quella di SurPrice e non dimenticate che serve una carta di credito.
  • Nonostante non sia parte dell’Unione Europea, in Montenegro si usa l’euro.
  • Per entrare, sono accettati sia carta d’identità che passaporto. Il passaporto però vi risparmierà delle file inutili perché si può scannerizzare più facilmente.
  • Il tempo in Montenegro cambia tanto, soprattutto dalla montagna al mare. Portate con voi un ombrello o una giacca che vi protegga dalla pioggia e uno strato in più di vestiti se volete andare oltre il mare.

Le imperdibili

Kotor e dintorni

⛰️Lipa cave
🏙️Cettigne
🏠Centro storico di Kotor
🪜La scala di Kotor e il Forte di San Giovanni
🚣🏾‍♀️Kayak nella baia di Kotor fino a Prcanj
🚤Giro in barca all’isola di nostra signora delle rocce e monastero di San Giovanni
🏠Perast

Budva

🏠Centro storico di Budva
🏖️Becici beach
🏖️Sveti Stefan #travelitinerary
🏠Cittadella di Budva
🩰Statua della Ballerina (Budva dancing girl)

Podgorica e dintorni

⛪️Monastero di Ostrog
🕰️Torre dell’orologio di Podgorica

Trovi l’itinerario di 4 giorni in questo post di Instagram.

Dove mangiare

Cettigne

  • Konoba Korzo: ricordate che quando vedete una Konoba, state guardando un’osteria, che normalmente implica prezzi bassi e buon cibo local. Questa di Cettigne è stata tra le mie preferite, con le sue porzioni abbondanti di cibo tipico super gustoso.

Kotor

  • Cesarica: il tipico risotto al nero di seppia mangiato tra le incantevoli stradine del centro storico di Kotor. Se siete appassionati di gattini, preparatevi a resistere ai loro teneri musetti che vi chiederanno del cibo.  
  • Marius: uno dei miei preferiti del viaggio, per il suo cibo e la vista incredibile sulle montagne di Kotor e la sua baia. Un plus? L’ accoglienza e i sorrisi del loro staff.

Budva

  • Rivijera Restaurant: un incantevole cortile a tema mare con lucine e tutto il cibo tipico che puoi trovare. Qualità buona e prezzi nella norma: le bruschette degli antipasti e i loro dolci sono un paradiso di sapori.
  • Royal Garden Juice bar: Un Ottimo posto per brunch e colazioni, con tante opzioni vegetariane e vegane. Il loro punto forte sono i succhi, tanti e gustosissimi.
  • Pekara Kiosk: se volete risparmiare sul cibo senza rinunciare al gusto, chioschi come questo sono la soluzione ideale. Un burek ripieno al formaggio costa circa 2 euro e vi riempirà sicuramente fino all’ aperitivo.
  • Konoba Portum: il pesce più buono e fresco di Budva, tanto che bisogna prenotare prima di andare perché possono prevedere la giusta quantità di pesce da comprare e cucinare. Per quanto i proprietari non parlino molto inglese, si faranno amare con l’ ospitalità offerta dal rakia, tipica grappa montenegrina.  

Dove alloggiare

Kotor

Apartments Ana: un appartamento in pietra a due passi dalla città vecchia di Kotor. Ottima posizione, buoni spazi e pulizia al top.

Budva

Yugoslavia apartments: In pieno centro a Budva e recentemente rinnovato, questo piccolo appartamento è ideale per vivere la cittadella al top. Prenotando qui avrete anche il 10% sul Royal Garden Juice bar, che è dello stesso proprietario.

Podgorica

Korzo Apartmani: Per quanto non possa realmente consigliare una visita a Podgorica, posso sicuramente consigliare la scelta di questi appartamenti: economici, moderni e con una bella vista sulla piazza principale della capitale.

Budget

Per circa 5 giorni, noi abbiamo pagato sui 500 (escludendo gli extra). Se si tengono delle accortezze sul cibo, si possono risparmiare un ulteriori 100 euro. Ecco comunque un overview dei costi per farvi un’idea più chiara:

Noleggio auto per 4 giorni140.73 euro
Volo aereo Roma – Podgorica andata e ritorno83 euro
Hotel Cattaro apartments Ana85 per una notte per una tripla
Entrata alle Grotte di Lipa13 euro
Entrata alle scale di Kotor8 euro
Kayak a Kotor30 euro per giro di 2 ore e mezza con guida
Giro in barca Kotor60 euro per tre persone
Parcheggi vari Budva48 euro
Yugoslavia b&b147 euro per due notti per tre persone
biglietto per la cittadella Budva4.5 euro
B&B a Podgorica52.2 euro per una notte per tre persone
Benzina macchina30 euro
Cibo on average43 al giorno

Attenzione a…

Le strade che a volte sono un po’ dissestate e a strapiombo su precipizi sul mare senza protezioni.

Coup de coeur

I panorami dalla scala di Kotor: per quanto possa essere stato traumatico un risveglio alle 5 della mattina, i panorami che ci si sono svelati percorrendo i 1300 scalini di Kotor ne sono valsi davvero la pena. In generale, la baia di Kotor ti regala delle viste pazzesche praticamente ovunque, ma qui è stato particolarmente speciale perchè con i colori dell’ alba e i riflessi colorati, si vivono tutte le sue sfumature a 360 gradi.

Playlist

I will follow him, aggiunto alla playlist Spotify The Smiling Wanderer travels.

Torno a casa con…

Una bottiglia di vino nero Vranac e tante birre artigianali del posto .

Indirizzi utili

Viaggiare sicuri

SurPrice, compagnia di noleggio auto all’ aeroporto di Podgorica.

Apartments Ana. Google Maps. Booking.

Yugoslavia apartments. Booking.0

Korzo Apartmani. Google Maps. Booking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per restare sempre aggiornati sui miei viaggi: