Una settimana in Portogallo tra le meraviglie di Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira

Azulejos, onde, sole, miradouros, tramonti, pasteis, castelli da fiaba e mille altre meraviglie é quello che ci ha regalato il Portogallo in un on the road di sette giorni. Come viverlo al meglio? Ecco una super guida con tutte le informazioni pratiche di cui avrete bisogno per organizzare un on the road di una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira che vi faccia amare il Portogallo.

Dalla malinconica Lisbona

Ebbene sí, la bella e signorile Lisbona, con la sua pink street e i suoi tram colorati nasconde in realtá una storia piena di disgrazie. Non solo il terremoto dei tre 9 (per il magnitudo, l’ora in cui é avvenuto e i minuti di durata), che scatenó una serie di incendi e un’onda di 20 metri, ma anche il massacro di Lisbona, che vide picchiato a morte e bruciato uno dei ‘nuovi cristiani’, gli ebrei convertiti che non erano ben accetti dalla popolazione portoghese. I frati domenicani infatti, in seguito a quest’atto, promisero l’assoluzione di tutti i peccati commessi nei trascorsi 100 giorni a coloro che avessero ucciso questi “eretici”. Il risultato fu l’uccisione di almeno 1000 ebrei solo nei primi due giorni di questa pazzia, fermata solo grazie al ritorno dei monarchi che misero al rogo i monaci dominicani, iniziatori di tutto ció.

una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira

LA rappresentazione di molte di queste disgrazie si puó vedere nelle pareti di quella che adesso é conosciuta come la Chiesa maledetta, la Chiesa di Sao Domingo, con le sue pareti rosse a ricordare il sangue degli ebrei uccisi e le sue cicatrici di un incendio che ne distrusse una bella parte. Tutto questo ci fa capire che nonostante le disavventure di questa cittá, i portoghesi si sono sempre rialzati e hanno ricostruito Lisbona come la conosciamo noi adesso: colorata, con terrazze incredibili che ti fanno guardare al futuro e una voglia travolgente di far festa .

una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira

E i dintorni di Lisbona

Se Lisbona non vi basta e volete vedere i suoi tesori nei dintorni allora non potete perdervi Sintra, patrimonio mondiale dell’UNESCO, Cabo da Roca, punto piú occidentale d’Europa e Cascais, la Beverly Hills portoghese. Come fare tutto in un giorno? O noleggiando una macchina, oppure affidandovi ai tour di GetYourGuide: noi abbiamo preso quello organizzato da Tugatrips che ci ha portato a Palacio da Pena, Sintra, Cabo da Roca, Cascais e Praia do guincho, tutto con partenza e ritorno da Lisbona.

Da castelli da fiaba alle stradine di incantevoli paesini , da dolci con una storia familiare unica a super ville vista mare, dalla vista mozzafiato delle scogliere del punto piú occidentale d’Europa agli azulejos piú colorati di sempre, ho adorato questo tour perché pur in poco tempo, riesce davvero a farti vedere l’anima di ciascuna tappa, merito probabilmente anche della nostra guida Joao, appassionato e pronto a rispondere anche alle mie domande piú strane (perché l’espressione del leone sulla statua é spaventata?).

una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira

Alla vibrante Porto

Una cittá sottovalutata,Porto é quella che piú mi ha rubato il cuore, forse per il suo tramonto mozzafiato, forse per i suoi artisti di strada che fanno letteralmente cantare e ballare la cittá, forse per quelle viste incredibili dal fiume Douro di cui non ti stanchi mai. Porto é cambiata tanto negli ultimi anni, soprattutto grazie ai voli low-cost Ryanair che hanno ‘costretto’ la cittá a investire nel turismo e nel suo miglioramento. Dalla degustazione di Porto alle sue stradine della cittá alta, sentirete tutte le good vibes di una cittá che vuole cantare, ballare, e mostrarti il suo lato piú bello.

Passando per i tramonti di Obidós

Consigliatami da una mia collega portoghese, é stata anche una delle mie tappe peferite. Immaginate di camminare all’interno di un castello medievale, salire sulle sue mura e osservare il sole che scende sul vostro regno fiabesco: non sto parlando di una favola, ma del paesino incantato di Obidos. Il suo tramonto sui vigneti mi ha conquistato il cuore, e lo ricorderó come una delle viste piú belle di tutto il viaggio. Poi con la possibilitá di camminare sulle mura che vanno tutto intorno al paesino, non avrete problemi a trovare la vista migliore. Un altro posto magico? Il Baloicos del paese, ovvero un’altalena nascosta che vi regalerá un’altra vista incantevole e una foto super instagrammabile.

E le onde di Ericeira

Non potevo lasciare il Portogallo senza provare le sue famose onde e allora la strada e la mia Lonely Planet mi hanno portato a Ericeira, una cittá votata al sole, al sale e alle onde. Statue di surfisti, murales di sensibilizzazione per il mare, onde per tutti i livelli e biciclette e motorini provvisti di porta tavola: insomma, una cittadina di mare che é stata anche proclamata una riserva mondiale per il surf. Se cercate un posto che sa di sale, tanta scelta nelle spiagge, tramonti che si tuffano nel mare e una prima esperienza con la tavola, questo é il posto che fa per voi.

una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira

Informazioni pratiche

Quanto stare? Come arrivarci?

Di sicuro dipende da quello che volete vedere del Portogallo. Io volevo vederne un po’ tutti gli aspetti e 7 giorni sono stati per me adatti a vedere un po’di cittá, un po’ di verde, un po’ di mare, un po’ di tutto. Posso dirvi che per Lisbona, consiglio 3 giorni, per Porto 2, e per i vari paesini e le onde di Ericeira 1 o 2 giorni.

Sulla questione di come spostarsi e quali mezzi prendere ancora una volta dipenderá da quello che vorrete vedere. Per andare da Lisbona a Porto e viceversa, il metodo piú facile ed economico é il treno: 3 ore a 25 euro, con i biglietti acquistabili direttamente in stazione o sul sito ufficiale. L’opzione noleggio auto la consiglio solo se siete in tanti per poter dividere gli alti costi e se volete aggiungere tappe intermedie come ho fatto io con Obidos, Ericeira e Coimbra.

Le highlights

Sia per Lisbona che per Porto, consiglio sempre il free walking tour, un tour a donazione libera che permette di scoprire i segreti,le curiositá e la storia del posto in poco piú di due ore. Guide giovani, ma esperte e appassionate che sanno di doversi guadagnare la mancia e che per questo vi renderanno il tour il piú interessante e piacevole possibile. Come trovare i migliori? Guruwalk, e giá il nome dice tutto.

Lisbona

  • Miradouro de São Pedro de Alcântara
on the road in Portogallo
  • Pink street
  • Quartiere di Principe Real
  • Casa do Alentejo
  • Iglesia de Santo Domingo (la Chiesa maledetta)
  • Elevador de Santa Justa e Santa Maria Major (per evitare la fila all’Elevador, prendete le scale mobili dalla Estacao de Rossio e mettete su Google MAps il Miraduoro Terracos do Carmo).
  • Praca Dom PEdro IV
  • Praca do restauradores
  • Ruinas da Igreja do Carmo
  • Praca do Comércio
  • Torre de Belem
una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira
  • Monumento alla scoperta
  • Jerónimos Monastery
  • LX factory
una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira
  • Miraduoro de Santa Lucia
  • Alfama
  • Bairro Alto per la movida

Porto

  • Ribeira
  • Ponte Luis I
  • Cantina Burmester per la degustazione di Porto
  • La crociera dei sei ponti lungo il fiume Douro
  • Escadas do codecal per i murales
una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira
  • Jardim do Morro (per il tramonto)
  • Mosteiro da Serra do Pilar
  • Livraria Lello
  • Estacao Sao Bento
  • Praca de Gomes Teixeira
  • Largo Amor de Perdicao
  • Miradouro da Vitória

Obidós

  • Le mura del castello
  • Il Baloicos di Obidós (l’altalena)
  • Porta da Vila
  • Igreja de Santa Maria

Ericeira

  • Praia de Sao Sebastiao
  • Praia de Ribeira d’Ilhas
una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira
  • Furnas
  • Praia do Matadouro

Cosa fare (nel posto o nei dintorni):

  • Mangiate un pasteis OGNI volta che ne avrete voglia
  • Chiedete la ginjinha portoghese, liquore tipico alle amarene, alla fine di ogni cena
  • Incantatevi davanti ai panorami dei miradouro delle cittá portoghesi e agli azulejos che vi capiteranno davanti per arrivarci
  • Assaggiate almeno una volta le sardine, il bacalhao, una bifana (un panino ripieno di maiale) e tutti i psteis tipici di ogni cittá che visiterete
  • A Porto, assaggiate la Francesinha, un toast ripieno di tre tipi di carne e ricoperto di uovo, formaggio, salsa e accompagnato da patatine fritte
  • A Lisbona, fate shopping o aperitivo a LX factory e scovate da lí dentro una delle viste piú bellesul ponte del 25 Aprile
  • Sentitevi principi e principesse nel Palacio da Pena, il castello reale nascosto dalla nebbia delle montagne di Sintra
una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira
  • Perdetevi nell’orizzonte nel punto piú occidentale d’Europa, Cabo da Roca
  • Sfidatevi a trovare il bar piú colorato e particolare nel cuore della movida di Lisbona, Bairro Alto
una settimana tra Porto, Lisbona, Obidós e Ericeira
  • A Porto, provate almeno una degustazione dell’omonimo vino in una delle cantine al di lá del ponte
  • Sempre a Porto, fate una crociera sul Douro per scoprire tutti e sei i ponti e adocchiare i dintorni della cittá
  • Aspettate il tramonto dal Jardin do Morro di Porto, sorseggiando una birra o un Porto Tonic e canticchiando le canzoni degli artisti di strada che allietano l’atmosfera
  • Perdetevi tra i libri e gli interni della Livraria Lello, un gioiellino nel centro di Porto
  • Sentitevi un po’ Harry Potter, un po’ un universitario camminando nella piazza dell’Universitá di Coimbra, una delle piú prestigiose d’Europa
  • PErdetevi nei vigneti portoghesi dall’alto delle mura antiche del Castello di Obidós
  • Osservate il paesino di Obidós da uno dei suoi migliori punti panoramici: il Baloicos, ovvero l’altalena
  • Sfidate le onde di Ericeira con una lezione di surf o noleggiando una tavola nella spiaggia di Ribeira D’Ilhas

Dove alloggiare?

Lisbona

City Stays Cais do Sodre: vista stupenda, ampi spazi, prezzi contenuti e location strategica perché a Baixa, a 20 minuti a piedi un po’ da tutte le highlights di Lisbona. Quello che avrei cambiato sono i quattro piani a piedi senza ascensore e un’atmosfera serale non proprio sicurissima.

Dalle vibes che ho respirato di Lisbona, consiglierei di alloggiare nel quartiere di Principe Real o Bairro Alto.

Porto

MyRibeira Guest House: vista pazzesca, servizio al top, camere pulitissime e ben curate e un occhio di riguardo a piccoli gesti ambientali. Situato nel quartiere di Ribeira, lo straconsiglio, anche se il prezzo é un po’ sopra la media!

Obidos

Casa San Thiago d’Obidós: quallo che mi ha colpito di questo posto é l’atmosfera che ho sentito di casa, probabilmente merito dei gestori del posto che ricordano un po’i nonni che tutti vorrebbero. Un’altra parola a favore di questo posto é che si trova in posizione centralissima nelle incantevoli stradine della medievale Obidos: come fai a resistere?

Ericeira

Chill Hill GuestHouse: un po’surf camp, un po’ ostello, un po’ piccoli appartamentini, é stata un’ottima scelta per permettermi di fare lezioni di surf e vedere il centro di Ericeira. Organizzano transfer alle scuole di surf e si trovano a 15 minuti a piedi dal centro e dalle spiagge piú vicine.

Dove mangiare?

Lisbona

Tu e Eu: una storia d’amore e di un sogno che si realizza solo dopo la morte del marito della signora che si é rimboccata le maniche e ha aperto questo ristorante pieno d’amore, di bontá e di sorrisi. Da non perdere!

Time Out Market: Un mercato nuovo che soddisferá i gusti di tutti grazie all’ampia scelta offerta. Non ve ne andate senza aver osservato il processo di creazione dei pasteis (e ovviamente senza averne assaggiato uno come dessert)

Pasteis de Belem: i pasteis migliori del Portogallo, ma probabilmente anche del mondo: preparatevi a fare un po’ di fila, ma tranquilli, ne sará valsa la pena!

Retiro das Lucindas: un posto di festa, sardine e carne alla griglia a prezzi incredibilmente vantaggiosi nelle incantevoli stradine di Alfama. Se capitate a giugno nella festa delle Sardine, vi ritroverete in una vera e propris sagra di paese, tra balli, canti e profumi di cibo ovunque.

Season: quando siete stanchi dei posti super economici e da trattoria, Season é il posto giusto da provare. Basato sul concetto di condivisione, permette di provare piatti tipici rivisitati e rigorosamente con prodotti di stagione e fatti unicamente da loro. Se bagnate il tutto con del vinho verde, altra specialitá tipica del Portogallo, vi renderete conto che i 40 euro a testa li vale tutti

Sintra

Pasticceria Piriquita: una stora di famiglia che vede tutta una serie di dolci trovabili solo a Sintra. Gli immancabili? i Travesseiro (letteralmente, lungo cuscino), pasta sfoglia che avvolge mandorla e tuorlo e la queijada, a base di formaggio e cannella

Tascantiga: nascosto nelle incantevoli viuzze di Sintra, vi conquisterá con i suoi antipastini. Provateli tutti se riuscite perché ne valgono davvero la pena!

Porto

Tasquinha dos Guindais: sardine cotte alla grglia proprio fuori al ristorante, in mezzo agli scalini delle belle stradine di Porto, con una vista incantevole sul monastero da Serra do Pilar. Il servizio ha i suoi tempi quindi ricordate di andarci quando non avete fretta. Il bacalhao é assolutamente da provare

Alfandega D’Ouro: la best francesinha in town. Dopo aver chiesto a diversi local, ho avuto la mia risposta grazie al tassista che ci ha portato dalla stazione all’hotel. Perché sono convinta sia la migliore? Perché viene cotta in un forno a legna e perché nel ristorante c’erano solo e unicamente portoghesi. Pronti quindi alla sfida di mangiare un panino con tre tipi di carne sormontato da formaggio, uova, una salsa con pomodoro, porto e birra e accompagnato da patatine fritte? Se riuscite, sarete degli eroi. Questo posto ha anche la versione vegetariana, quindi non avrete scuse per esimervi.

Obidós

Alcaide: cucina local, di famiglia e tutta da provare. Anche qui, suggerito dal proprietario dell’albergo dove alloggiavo, é stata una bella scoperta. Il bacalhao delizioso.

Jamon Jamon: tra tuti i posti, l’unico che non ho provato perché la cucina era giá chiusa per quando sono arrivata a chiedere un tavolo. Suggerito dalla Lonely Planet e approvato dalla mia ricerca, vi invito a provarlo per farmi sapere se effettivamente il mio sentore di buona qualitá a prezzi accessibili é confermato.

Capinha D’Obidós: la pasticceria di Obidós che non potete perdervi. Hanno dei dolci al cocco profumati all’arancia o al limone che sono divini.

Ericeira

Casa Fernanda e Casa Garcia: le migliori opzioni per provare gli ourico,tipici dolci di questa cittadina di mare, sempre a base di uova e zucchero. Curiositá vuole che ogni famiglia abbia la propria ricetta, quindi siate pronti ad assaggiarne di piú di uno per sapere quale ricetta rispecchia di piú i vostri gusti.

Ristorante Canastra: ristorante di pesce vista mare con un servizio al top. Gli antipasti sono imperdiibli, cosí come il pesce fresco al banco accompagnato dalle verdure .

Ti Matilde: altro ristorante che non ho provato ma che ha parlato al mio stomaco e al mio cuore: con vista su uno dei tramonti piú belli di Ericeira, é stato un peccato scoprirlo solo l’ultimo giorno.

Maika: sul retro di un negozio di surf, ha birre local,atmosfera hipster e tante tapas e hamburger da provare.

Attenzione a…

Gli scalini di tutte le cittá portoghesi: non so come sia possibile, ma gli scalini da salire per raggiungere un posto saranno direttamente proporzionali alla bellezza e alla bontá di questo posto. Suderete sette camicie per arrivarci, ma almeno vi ritroverete con chapette di ferro 😛


Budget:

  • City Stays Cais do Sodre: 330 euro per tre notti per 7 persone (15 euro a persona a notte)
  • MyRibeira Guest House: 531 euro per una notte per 7 persone (75 euro a persona a notte)
  • Casa San Thiago d’Obidós: 47 euro a notte
  • Chill Hill GuestHouse: 2 notti a 81 euro
  • Tour GetYourGuide a Sintra, Cabo da Roca e Cascais con partenza da Lisbona e biglietto e guida al Palacio da Pena: 75 euro
  • Biglietti bus/metro a Lisbona: 1,50 euro alle macchinette, 3 euro a bordo
  • Noleggio auto per 3 giorni: 290 euro + 50 euro di benzina
  • Degustazione Burmester: 35 euro per vini pregiati, formaggio e cioccolata, 17 euro per 3 degustazioni e cioccolata, 13 euro per due degustazioni
  • Crociera dei sei fiumi sul Douro: 15 euro
  • Ingresso alla Livraria Lello: 5 euro
  • Lezione di surf con WeSurf alloggiando al Chill Hill: 35 euro a lezione (ma piú lezioni si fanno, meno si paga)
  • Volo andata Roma – Lisbona: 40 euro
  • Volo ritorno Lisbona – Bruxelles: 48 euro

Coup de coeur:

Spoiler: il Portogallo ti regalerá mille coup de couer e sará quasi impossibile scegliere. Tra tutti peró, a parte i pasteis ch sono una certezza e giá mi mancano terribilmente, direi che l’esperienza di camminare sulle mura antiche di un vero e proprio castello senza alcun tipo di protezione e ammirare questo incredibile tramonto su vigneti e colline portoghesi che davvero non mi aspettavo é stata di sicuro tra le piú belle.


Playlist:

Questa volta non poteva non essere una canzone di Fado, genere tipico portoghese che sentirete ovunque per le strade portoghesi. La mia scelta é Cheira a Lisboa di Amália Rodrigues, aggiunta alla playlist Spotify di The smiling wanderer travels.

Torno con …

Una bottiglia di Porto e una di Ginjinha.

Indirizzi utili:

Guruwalk

Tour GetyourGuide a Sintra, Cabo da Roca e Cascais

Compagnia portoghese dei treni

Casa S. Thiago d’Obidós. Google Maps. Booking.

City Stays Cais do Sodre. Google Maps. Booking.

MyRibeira Guest House. Google Maps. Booking.

Chill Hill GuestHouse: Google Maps. Booking.

Tu e Eu. Google Maps. Instagram.

Time Out Market.Google Maps. Instagram.

Pasteis de Belem.Google Maps. Instagram.

Retiro das Lucindas .Google Maps.

Season.Google Maps. Instagram.

Casa Piriquita.Google Maps. Instagram.

Tascantiga.Google Maps. Instagram.

Tasquinha dos Guindais.Google Maps.

Alfandega D’Ouro.Google Maps. Instagram.

Alcaide.Google Maps.

Jamon Jamon.Google Maps. Instagram.

Capinha D’Obidós.Google Maps. Instagram.

Casa Fernanda.Google Maps.

Ristorante Canastra.Google Maps.

Ti Matilde.Google Maps.

Maikai.Google Maps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per restare sempre aggiornati sui miei viaggi: