Un weekend a Praiano tra namasté e infinito

Basta un attimo per innamorarsi della Costiera Amalfitana: le scogliere sul mare e l’infinito che le sue terrazze offrono ti arrivano dritto al cuore. Se poi a questo infinito ci aggiungi respirazioni al ritmo di Namasté e saluti al sole mattutini, ti renderai conto che il weekend perfetto esiste. Ecco allora tutto quello che c’è da sapere su un weekend a Praiano, posto strategico per visitare la Costiera Amalfitana e godere di tutte le sue bellezze, senza farvi svuotare il portafogli.

Dalle viste che offre Praiano

Pur standoci solo un weekend, ho capito che a Praiano non puoi fare niente senza avere una bella vista. Dalla colazione nei bar, alle passeggiate per andare a cena, Praiano affaccia sull’infinito, un infinito fatto di riflessi di sole, scie di barche che si allontanano tra le calette, scogliere mozzafiato tipiche della Costiera e faraglioni di Capri che, in giornate limpide, si vedono fin da lì.

un weekend a Praiano tra namasté e infinito

Insomma, ogni scorcio, una foto. Dai colori dell’alba di Piazza San Luca, ai tramonti dal rosone mosaicato del pavimento della Piazza di San Gennaro, dalle grandi scogliere in ogni curva del paese alle ceramiche del sentiero interno per arrivare alla spiaggia la Gavitella, ogni sguardo è magia. Scommettiamo che subirete il fascino del suo incantesimo anche voi?

Alle realtà yogi di Praiano

Che la Costiera fosse una meta anche per scoprire incredibili realtà yogi è stata una sorpresa anche per me. Eppure dopo una ricerca Google fatta in estate, e qualche check per vedere fattibilità e costi, ho scoperto Namaste Praiano, questo piccolo grande festival nel cuore del blu e verde della Costiera Amalfitana. Perché vince? Perché le persone che hanno ideato il tutto hanno cuore e passione, e si vede dall’accoglienza, i sorrisi, la disponiblità e l’ambiente che circonda il festival.

Tra convenzioni con parcheggi e location magnifiche, il festival è un appuntamento annuale imperdibile, sia per chi è già appassionato di yoga e sia per chi è nuovo nella pratica. Prima di darvi un paio di info pratiche vi dico gli elementi che lo rendono imperdibile: le location e le connessioni. Le location, perché mi è capitato poche volte di vedere albe e tramonti così belli dalla posizione di cane a testa in giù o di guerriero. Dalla terrazza di Palazzo Zingone alla piccola chiesetta di San Tommaso, passando per la piccola terrazza dell’Hotel Margherita, tutti a poche centinaia di metri (e di scalette) l’ una dall’ altra, la tua mente e il tuo corpo saranno accompagnati dalle parole delle maestre invitate a partecipare al festival.

Le connessioni sono un altro elemento, perché ho trovato nelle maestre e nelle organizzatrici dei piccoli universi vicini a me, innamorate della loro terra, con un particolare rispetto all’ambiente e con la voglia di allargarsi ad altri universi. La cosa più bella è stata trovare un’insegnante che ogni anno va a Rishikesh in India, un posto che mi ha fatto rinascere in cui ho passato un mese e su cui potete leggere qui.

Ma quanto costa?

Il tasto dolente di questo weekend, e in generale della Costiera Amalfitana, è proprio questo: il suo prezzo. La Costiera è bellissima, con posti che non possiamo invidiare a nessun altro paese al mondo. Per questo motivo, è piena di turisti che vengono da tutto il mondo tutto l’anno. E i turisti italiani? Pochissimi, se non quasi nessuno. Perché i prezzi sono così proibitivi da risultare accessibili solo a persone con una base finanziaria importante, soprattutto in alta stagione.

A me questa è sembrata una cosa tristissima: avere delle meraviglie così ‘in casa’ e non poterci andare per prezzi troppo alti che invece privilegiano persone che arrivano da tutto il mondo (con gli aerei, avendo un impatto ambientale da non poco conto). Sia chiaro, non mi sto lamentando dei turisti stranieri, anzi! Dico solo che così come sono accessibili a loro, questi posti dovrebbero essere accessibili anche e soprattutto a persone che ci abitano poco lontano. Eppure non è così, e forse forse un’apertura all’accessibilità dovrebbe venire proprio da quelle strutture che hanno prezzi inacessibili.

Informazioni pratiche

Cose che avrei voluto sapere prima di partire

  • Il parcheggio in Costiera è difficile, se non impossibile. Immaginate infatti stradine strette in curva a doppio senso e vi farete un’idea. Ci sono parcheggi pubblici per lasciare la macchina ma il codice dei colori delle strisce è così complicato che una multa si becca sicuro (leggete qui). Vi consiglio quindi di arrivare preparati, ovvero chiedere alla struttura in cui soggiornate se hanno posti riservati o agevolazioni con qualche parcheggio nei dintorni.
  • La bella vista ha, ahimè, dei punti a sfavore: ovvero che il mare non è proprio a portata di passeggiata. Preparatevi a tanti gradini per scendere alle spiaggette del paese. Acqua da sogno e chapette super toniche ma al prezzo di una bella sudata.
  • In generale, non vi affidate tanto a Google Maps per spostarvi a piedi dentro Praiano perché vi fa fare strade al buio con scalette super ripide (ve lo dico per esperienza). Seguite piuttosto la strada, che vi porterà dove dovete senza farvi arrivare con il fiatone.
  • Praiano è un punto strategico per visitare più bellezze della costiera. Se non volete avere il pensiero della macchina, arrivate con un taxi e spostatevi con i bus dei dintorni (ma date un’occhiata agli orari perché non passano spessissimo).
  • Se vedete posti con cocktail a 20 euro e cappuccini a 6 euro, evitateli. Ci sono tante alternative che vi salveranno il portafogli, senza rinunciare alla vista.

Highlights

Praiano

  • Chiesa di San Gennaro
  • Piazza San Luca
  • San Tommaso
  • Spiaggia la Gavitella
  • Spiaggia Marina di Praia
  • Negozio di ceramiche ‘La Bacheca’

Nei dintorni:

  • Fiordo di Furore
  • Le cantine vinicole di Marisa Cuomo
  • Il sentiero degli Dei da Agerola a Positano
  • Sentiero dei Limoni

Dove alloggiare?

Palazzo Zingone: il mio coup de coeur del viaggio, un palazzo antico rinnovato in bed and breakfast con tutte le comodità che una persona può desiderare. Vi dico di più al paragrafo giù ma sappiate che la disponibilità della proprietaria e la terrazza sull’infinito vi ripagheranno il costo.

un weekend a Praiano tra namasté e infinito

Dove mangiare?

Che bontà: prezzo abbordabilissimo, buona pizza e buon servizio. Un posto nella media che consiglio per un pranzo o una cena alla buona.

Kasai : qui il budget si alzerà un po’ al prezzo di una vista incredibile. Con la terrazza circondata da una romantica edera e un menù innovativo di prelibatezze, questo è uno dei posti che mi sono stati consigliati dai local.

La brace: qualità prezzo al top. Siate solo consapevoli che non hanno terrazza ma tavolini vicini a grandi finestre con una vista pazzesca. Si possono trovare piatti della tradizione di carne e pesce e pizza al forno a legna.

Bar del Sole: il mio posto preferito per fare colazione: prezzi assolutamente nella norma, con vista sulla chiesa di San Gennaro.

un weekend a Praiano tra namasté e infinito

Saghir Ristorante Wine bar: purtroppo non l’ho provato perché la sera che volevo farlo avevano già chiuso la cucina. È un posto che mi ha lasciato con l’acquolina e la curiosità di provarlo per la location, il suo essere un piccolo localino con un piccolo menù e i prezzi accessibili che ho visto online. Insomma, sarà per la prossima!

Il rifugio dei peccatori : forse il mio posto preferito, a partire dall’ accoglienza e finendo con i prezzi e le quantità. Fanno caprese di prodotti al top a 10 euro, ma quello che vince secondo me sono i loro panini: sberle enormi con ingredienti buonissimi a soli 6 euro (contate che io non sono riuscita a finirlo, quindi azzarderei che se non avete famissima, si potrebbe addirittura dividere in due).

Attenzione a…

Non spendere soldi inutili in posti che vi propinano un cappuccino a 6 euro, un avocado toast a 20 e così via. Purtroppo, alcuni ristoratori se ne approfittano perché comunque trovano il cliente disposto a spendere determinate cifre. Ecco, non fatelo perché si trovano posti buonissimi e con una bella vista anche a prezzi abbordabili.

Budget:

Come dicevo, è un peccato avere una tale bellezza così vicino e ignorarla per un costo inaccessibile. Se ve la volete vivere a prezzi ragionevoli, andate fuori stagione (settembre-ottobre, aprile -maggio), o in occasione di eventi come il Namastè Praiano, che offre diverse convenzioni. In questo caso, un weekend di tre giorni vi costerebbe sui 350-400 euro a testa (ulteriormente riducibile di un 100-150 euro se partite in 2 o tre persone). Ecco comunque i prezzi del mio weekend:

  • Palazzo Zingone: 130 euro a notte in bassa stagione con colazione inclusa. Per una doppia i prezzi si abbassano (150 a notte), sempre fuori stagione.
  • Namastè Praiano: ci sono delle edizioni che sono state completamente gratuite perché sponsorizzate dalla Regione. Per quelle che non cadono in questa categoria i prezzi sono di 10 euro per una lezione, 20 due, 30 tre, etc. Hanno un pacchetto di 45 euro per chi segue più di 4 lezioni.
  • Parcheggio Sandro: convenzione per il Namastè dal venerdì alla domenica 40 euro
  • Pasti: circa 25 euro al giorno

Coup de coeur

Palazzo Zingone: Quello che mi ha fatto innamorare è stata di sicuro la sua terrazza, uno spazio mosaicato e circondato da fiori colorati che affaccia sull’infinito della Costiera. Ma non solo, perché un altro elemento che vince di Palazzo Zingone è la sua proprietaria, ideatrice anche del Festival Namastè Praiano. L’amore per il territorio, la disponibilità per l’ospite, la cura al dettaglio si vedono in ogni spazio dell’ appartamento. A tutto questo quadro si aggiunge anche l’ attenzione alla parte green, riflessa per esempio nel fatto che in cucina ho trovato tutte le buste per una corretta differenziata. Insomma, come poteva non farmi innamorare?

Playlist

Fortunata, Flo, messa come al solito nella playlist Spotify The Smiling Wanderer travels.

Torno con …

Una ceramica fatta a mano, comprata nel bel negozietto di ceramiche ‘La bacheca‘.

un weekend a Praiano tra namasté e infinito

Solotraveler friendly?

Assolutamente sì, tenete solo presente che andando in più persone riuscirete a dimezzare i costi ( per esempio di taxi o macchina e parcheggio e di alloggio).

Indirizzi utili

Palazzo Zingone. Google Maps. Instagram.

Namastè Praiano. Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per restare sempre aggiornati sui miei viaggi: